Lastre In Makrolon® Negli Stadi Olimpici Cinesi

Lastre in Makrolon® negli stadi olimpici cinesi

Policarbonato Bayer MaterialScience per gli eventi olimpici

Per le olimpiadi che si sono svolti in Cina, anche alcuni materiali impiegati nella costruzione degli stadi hanno dovuto soddisfare criteri eccezionali. A questo proposito, le lastre in policarbonato Makrolon ® di Bayer MaterialScience sono risultate le migliori, con la loro eccellente trasparenza e resistenza alla flessione, il peso ridotto e una ottima resistenza agli agenti atmosferici. Per la costruzione delle varie strutture olimpiche in Cina sono stati impiegati più di 36.000 metri quadri di questo semilavorato trasparente.

Per esempio, il tetto dello stadio olimpico di Shenyang è interamente costruito in Makrolon ®. La forma dello stadio rappresenta un paio di ali, simbolo di eleganza e leggerezza, visione architettonica di molti stadi olimpici. Oltre alla leggerezza delle lastre alveolari, la loro facilità di assemblaggio si è dimostrata un importante vantaggio. È stato possibile semplicemente posizionando, in loco, le lastre in Makrolon ® su una apposita struttura portante realizzate tramite un processo di curvatura a freddo. Per i cinesi, che hanno coordinato tutti i progetti costruttivi secondo una pressante programmazione, questa caratteristica è stata particolarmente apprezzata. Tuttavia, il fattore critico nella scelta dei materiali è stato il valore minimo di deformabilità stabilito dal bando di gara. In tempi estremamente brevi, è stata sviluppata una lastra speciale. Le lastre in Makrolon ® multi UV 3X/25-25 ES dello spessore di 25 mm e una larghezza di 1,5 metri possono sopportare carichi di oltre 300 kg per metro quadro e pertanto sono stabili e sicure, anche in caso di abbondanti nevicate e forte vento. Lo stadio olimpico di Shenyang ha un tetto e una facciata in Makrolon ® per una superficie complessiva di 21.530 metri quadri.

Le lastre in Makrolon ® dello stadio olimpico di Tianjin formano un anello interno trasparente di circa 13.000 metri quadri che copre parte delle tribune. Una caratteristica particolarmente importante in questo caso è il livello di trasmissione della luce, superiore all’85% attraverso i sei millimetri di spessore delle lastre in policarbonato. Poiché una grande quantità di luce può filtrare attraverso le lastre, è possibile costruire le tribune vicino al bordo del campo da gioco, senza compromettere la crescita dell’erba. Per uno stadio in cui le partite olimpiche di calcio si devono giocare su erba naturale, questa caratteristica è particolarmente importante.

Oltre ai due stadi di Shenyang e Tianjin, anche il centro velico di Quingdao è dotato di una copertura in Makrolon ®, mentre per i centri di atletica pesante e ginnastica di Beijing sono stati forniti i pannelli della facciata continua.

Il governo cinese ha investito circa 2,2 miliardi di dollari nella costruzione dei nuovi stadi. La resistenza agli agenti atmosferici dei materiali impiegati è pertanto un fattore chiave. Le lastre in Makrolon ® soddisfano anche questo requisito, poiché si deteriorano molto poco anche a decine di anni dalla loro messa in opera.